domenica 22 luglio 2012

Se non è zuppa...

Oggi per questo racconto, mi scuserete
 ma è necessario che io faccia 
 un passo indietro..

il nostro viale

Ripercorrendo un viale..


photo by me


 con ai lati solo campi 
di papaveri e fiordalisi..


la nostra cascina


e riprovando quell'emozione
 che ti porta, in un giorno normale,
 in fondo all'imprevisto..

un colpo di fulmine
 che ti prende il cuore 
e non sai spiegarne il motivo..
ma che da quel momento non ti lascia più
La prima volta,
a dirla proprio tutta,
si perde ancor più lontano nel tempo, rispetto alla data di queste foto 
( direi addirittura 2004 ).
Poi come succede per le più belle 
storie d'amore, ci sono stati
 tanti avvicinamenti e distacchi;
lei faceva un pò la preziosa 
 lui (noi)non cedeva(mo)..
ma alla fine,
si sa,
il vero amore trionfa sempre
e così è stato anche in questo caso.

Finalmente nella primavera 2007
(data delle foto)
è diventata nostra ♥

Da quel momento un continuo alternarsi di 
gioie grandi e di 
"ma chi ce l'ha fatto fare?!"
Un quotidiano mettere alla prova la propria capacità di mediazione, sopportazione, organizzazione e perchè no...
progettazione
E qui arriviamo al punto,
 al motivo di questo post 
che è poi anche la ragione che ha dato il via al mio blog :
un amore quando è vero
 pervade la tua vita 
senza poterlo scindere dalla quotidianità
" beato chi fa delle sue passioni un lavoro,
perchè gli sembrerà di non aver mai lavorato"
Chi l'ha detto?!
Chiunque sia,condivido.
Un lavoro a tutto tondo,
che approda alla scelta di colori ed all'abbinamento di stoffe e bla bla
solo dopo aver affrontato
OBBLIGATORIAMENTE
dal trasporto a spalle 
dei travetti del tetto 

alla molatura dei  chiodi 
per le vecchie persiane da restaurare!! 
Ma che soddisfazione..
Quindi oggi un piccolo aggiornamento sul nostro ultimo più recente passo in avanti
verso la conclusione dei lavori
( ah ah ah l'ho detta più grande di me !! )

E dato che per dar seguito al titolo:

" ...è pan bagnato "
si parla, guarda caso di cucina,
 non con una ricetta 
ma con un progetto.
Dal primo giorno in cui misi 
piede nel nostro cortile,
là in fondo,come da freccia




mentalmente per me,
in mezzo a quel bailame indefinito
 di roba a catasta, ci sarebbe stata 
lei
 la mia futura cucina esterna.


L'ennesimo  piccolo 
 "Sabato del villaggio"
 La frenasia dell'attesa,
 un  costante sogno ad occhi aperti,
una felicità carica d'aspettativa
 e ogni volta :

" questo andrà qui, quell'altro là..ah sì importantissimo, questo non potrà assolutamente mancare.. "
  Intanto il tempo passa,
il disordine rimane quasi lo stesso
forse un pò meno,
e  mentre medito  sul da farsi
scarabocchio e abbozzo
 quello che la mia mente fantastica 


schizzo copertura cucina esterna

Non sono una pittrice  e si vede molto bene
ma vi assicuro 
che la buona volontà c'è tutta ;-)

abbozzo cucina esterna

Prossimamene darò aggiornamenti
sullo stato dei lavori.

Adesso però
 un dovuto riconoscimento 
a chi in queste situazioni fa sempre 
"il lavoro sporco"

maritino e braccio destro
 perchè senza di loro
questo 


lato corte prima

mai sarebbe diventato così


lato corte sgombro

 e questo


angolo per cucina prima

così


angolo per cucina sgombro


..per ora..

..in attesa di sviluppi,
ripassate..

❈ Vi aspetto ❈

AnnaP. 

Ps. Qui i miei spunti in bacheca

2 commenti:

  1. Come ti capisco e condivido ... ma ora com'è finita?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..diciamo che manca ancora un pò..spero gli ultimi sforzi per "vedere la luce"l'estate prossima ;-)

      Elimina

✿❤ Grazie se passate a trovarmi ed è un piacere leggere quello che avete da dirmi ❤✿

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...