giovedì 27 settembre 2012

Meringhe ( indovinate come..!? ) e un arrivo anticipato

 Quando si ha voglia di dolce che più dolce non si può cosa si fa?
O un salto in pasticceria con propositi 
da saccheggio sfrenato 
o una produzione casalinga 
di quello che i "sacri testi" definiscono
 ( con giusta ragione )
comfort food
L'altro ieri in effetti buttava al dolce..
era come se me lo sentissi che sarebbe stata una giornata speciale..
( dopo vi spiegherò )
Avevo degli albumi avanzati,
zucchero a velo
mmmmmmm
mi sono detta:
" perchè non provo a fare le meringhe
e a cuocerle nell'essiccatore?!"
Detto fatto e 
scusate l'immodestia 
ma quando ce vò ce vò..
un miracolo!!
Non so per voi
ma io ho sempre trovato ostica la cottura
della meringa;
una volta troppo cotta e nocciola,una volta bianca e umidiccia uhhhh che strazio!!
Foto di pavlova e mini bonbon meringati sul web per ognidove come se fossero la cosa più semplice e invece....
sarò l'unica al mondo a cui non riesce?!?
dicevo sconfortata tra me e me..

Poi d'improvviso 

LA LUCE
ta dan


bianche lucide perfettamente asciutte
Ma ci voleva così tanto a capirlo?!
L'uovo di colombo,
come scoprire l'acqua calda:
temperatura bassa, costante,ventilata
ecco risolto l'arcano mistero ;-)
e in più senza i consumi del forno.

Sono contentissima della scoperta e non abbandonerò mai e dico mai più questo metodo
e adesso.. 

La Ricetta:

albumi temperatura ambiente ( io 60 gr.circa ovvero 2 )
zucchero a velo /o metà a velo e metà semolato ( doppio del peso degli albumi)
un pizzico di sale
qualche goccia di limone
aromi a piacere

Sbattere con frusta a filo gli albumi con il sale e metà dello zucchero a neve ben ferma ed aggiungere il restante zucchero amalgamando con una spatola dal basso verso l'alto per non farli smontare, insieme a qualche goccia di limone(c'è chi dice che si può aggiungere anche tutto lo zucchero montando con la frusta ma dividendolo in tre o quattro piccole dosi; io preferisco la prima versione).
Riempire la sacca da pasticcere con bocchetta a stella,foderare con cartaforno i cestelli dell'essiccatore e formare dei piccoli ciuffi leggermente distanziati
( con questa dose ne verranno un'ottantina )
Accendere l'essiccatore, impostarlo su 70°e disporvi i cestelli con le meringhe spolverate di zucchero a velo.
In 3h.e mezza massimo 4 avrete delle meringhettine
SPETTACOLARI!!!


 Poi se proprio vi andasse di esagerare..
un bel tuffo nel cioccolato fondente
sarebbe la morte loro!!!


Tanta felicità
 poteva rimanere fine a se stessa?!
eh no no no
vi ricordate cosa stavo facendo Domenica?

 Beh Martedì dovevo capirlo che sarebbe stato un giorno più dolce degli altri,
c'erano tutti i segnali..
e infatti la piccina ha fatto capolino con quasi un mese d'anticipo!!

Tanta apprensione, giorni intensi

 ❤ ma che gioia ❤

proprio mentre sfornavo meringhe 
ascoltando Little Talks
lei si presentava al mondo...
già molto rock!!

Benvenuta piccolina
per te solo monti di panna 
e distese di cioccolato e meringa

❤ Un augurio dal cuore ❤
Ps.e per fortuna questa ..


era appena finita
( grazie anche a Leda 
ed al suo prezioso consiglio sulla scelta della fodera! )

domenica 23 settembre 2012

Intermezzo Crochet


Domenica di relax
nessun suono della sveglia,
colazione seduti al bar 
con la nostra streghetta
(nera,pelo da lontra,
piccola peste Labrador di 9 mesi)...

 
... più tardi all'opera (solo) per un'amica 
e la sua piccina in arrivo ...
Affaire à suivre ;-)
AnnaP
 

martedì 18 settembre 2012

Mele sciroppate e non solo..( esperimenti d'essiccazione parte seconda )



Non vi avevo forse promesso 
ricette ed esperimenti?!
Questa è una variante delle classiche
 mele essiccate a rondelle.
 Senz'altro uno dei primi approcci 
all'essiccazione,
procedimento rapido e grande
 soddisfazione del palato


Aggiungerei fantastico spuntino ipocalorico 
per fanatici del salutare a tutti i costi
 e non
( la mia amica ed io,ad esempio,per niente fanatiche, Domenica ce ne siamo comunque scofanate un bel pò... )
Per tre cestelli serviranno più o meno 9/10 mele (io ho usato le golden per il loro gusto leggermente pungente e non stucchevole)
Le ho sbucciate e detorsolate


e poi disposte nei cestelli a 70° per 6/8 h.

A questo punto sarebbero già perfette così,da conservare in vasi di vetro per voglie di spuntino improvviso senza sensi di colpa... ma ecco che subentra

la mia versione"sciroppata"

Si prendono 
( per questa dose di mele )
2 vasetti piccoli e due medi di vetro 
con tappo a vite.
Si riempiono con le mele essiccate 
pressando molto bene.
Si spruzza dentro ognuno un pò di succo di limone,2 e 3 cucchiai da minestra di zucchero rispettivamente per piccoli e grandi.

Si coprono d'accqua e chiusi ermeticamente si mettono in una pentola a bollire 
coperti, per una quarantina di minuti.
 Raffreddati saranno pronti per esser messi in dispensa da utilizzare per torte,creme, gelati e tutto ciò che il gusto e la fantasia ci possa suggerire


..e ora che c'ho preso gusto chi mi ferma..?!
Attenti a non passarmi sotto casa, potrei essiccare anche voi?!? 
❤ AnnaP

mercoledì 12 settembre 2012

Al via con gli esperimenti



Tempo fa vi avevo accennato

Quando scopro uno strumento che stuzzica la mia curiosità,comincio
la fase di avvicinamento studiandone  caratteristiche, potenzialità e applicazioni e concludo (quasi)sempre 
che non posso assolutamente più farne a meno!

Mi struggo nel desiderio di averlo tra le mani ed il tutto rimane un sogno da mettere ordinatamente nel cassetto per un periodo da definirsi..

I mesi trascorrono così, 
 organizzando i budget per bene 
in attesa di passare all'azione!!

E' successo proprio in questo modo per l'essiccatore... 

antico essiccatore-origine Francia


Lo corteggiavo dall'anno scorso;
ho cercato siti che ne parlassero in modo esaustivo ( pochi)
ed ho compreso per esempio:


- che quello a cassetti è più tecnico ( ma anche mooolto più caro)
di quello con i cestelli a castello e

- che i cestini tondi o rettangolari che siano vanno meglio d'acciaio perchè la plastica assorbe
 ( odori,gusto e colori )


Ho sbirciato ricette che mi facessero pensare a quanto fosse INDISPENSABILE nella mia cucina(onestamente pochine anche quelle )
e così,buona buona, ho deciso che l'acquisto poteva aspettare...

Poi quest'anno, come un fulmine a ciel sereno 
la mia amica Leda cosa fa?!?
E senza nemmeno darmi un preavviso..lo ordina via internet!!

Ora si che era arrivato il momento,
non potevo più aspettare,
la ragione valida era arrivata.
Ah..diavoletto tentatore!!!
E da quando ce l'ho essiccherei anche inessiccabile..

A questo punto della storia
 vorrei condividere con voi
le mie prove,i miei dubbi ed i miei pasticci
sperando che vi possano servire 
come sarebbero stati preziosi per me..

Vi premetto che in commercio ce ne sono tanti,
con diversi prezzi e caratteristiche
ma l'unico consiglio che mi sento di darvi è,
indipendentemente da marche e prezzi che 

- non sono necessari molti cestelli aggiuntivi ( i tempi di essiccazione aumentano in proporzione e vi assicuro che sono già lunghi così ) e 

- se vi è possibile prendetelo con la regolazione della temperatura
mentre il timer non è fondamentale (ma utile);il mio per esempio non ce l'ha

Do quindi il via ad una nuova sezione 
dove raccoglierò tutte le ricette che via via sperimenterò.
Se vorrete condividere con me questo progetto,
metterò un link a lato che le comprenderà tutte e mi piacerebbe molto pubblicare anche le vostre.  
Quindi bando agli indugi e datemi una mano..
Aspetto i vostri messaggi e le vostre mail.

Oggi comincerei con una ricettina semplice ed utilissima,
da mettere in dispensa,che durerà a lungo 
( fino a sei mesi)
con il pregio d'essere sicuramente sana 
e con ingredienti sicuri perchè controllati da noi.

Il Dado Vegetale Granulare


il mio


Cominciamo con gli ingredienti:
  
            per 3 vasettini piccoli
               con tappo a vite 
utilizzando 3 cestelli




  - 6 carote 
 - 6 zucchine
 - 1 cipolla rossa di tropea
 - 1 cuore di sedano con anche le foglie
 - pomodori a scelta ( io 1/2 kg. circa)andrà benissimo anche solo la pelle se per caso avrete da fare un sugo, essiccherà prima. Io avevo datterini e li ho usati interi ( per la pelle non so darvi la quantità ma non 1/2 kg ;-) sarà di di 3 o 4 pomodori cuore di bue o di 600/700 datterini)
 - un'abbondante manciata di basilico
 - 1 spicchio d'aglio
 - 6/7 foglie di salvia
 - alloro ( già in polvere )
 - sale grosso pari alla metà del peso di tutte le verdure dopo l'essiccazione (fino ad un rapporto 1:1 per chi lo volesse più sapido;la prossima volta lo proverò per valutarne pro e contro )


Procedimento:

Lavare, pulire bene tutte le verdure tagliandole il più sottile possibile.Lasciare interi basilico e salvia.




 Distribuire il tutto sui tre cestelli (non preoccupatevi se all'inizio le verdure saranno un pò ammassate, essiccandosi potremo via via aggiustarle e distribuirle meglio).
Io ho utilizzato la temperatura max. che nel mio è di 70° anche se i vegani convinti mi sgrideranno...
ma a 40° i tempi si dilaterebbero eccessivamente
( considerate un tempo totale di 10h.a 70°/il doppio o quasi a 40°)
 Controlliamo ogni tanto la situazione magari alternando la posizione dei cestelli.

Dopo circa 5h.raccogliere le verdure e tritarle per una ventina di secondi in un potente cutter ottenendo una consistenza granulosa.
 Dopodichè sarà necessario tagliare della carta da forno a misura dei cestelli per evitare che lo "sfarinato" passi attraverso i buchi delle griglie.

Questo passaggio permetterà al composto di verdure di essiccarsi più velocemente per le restanti 5h.( circa)sempre a 70°.
Trascorso questo tempo ( che mi raccomando è indicativo; al tatto le verdure dovranno risultare perfettamente secche )peseremo il composto mescolandolo al sale grosso ed a una generosa quantità di alloro in polvere (in questo caso comprato;perchè se lo essiccassimo noi, rischieremmo di ritrovarci fastidiosi pezzettini non perfettamente polverizzati ).
Passeremo il tutto nel cutter per la seconda volta e quindi il nostro dado sarà pronto per essere messo in un vasetto ed etichettato.
Durerà per 6 mesi fuori frigo grazie alla presenza del sale. 

 

Provatelo (se vi va) e battete un colpo su risultati, opinioni, 
critiche e commenti.
Io nel frattempo ne sperimenterò un'altra...

A presto
AnnaP

giovedì 6 settembre 2012

Un assaggio ( .. per ora .. )


Ieri pomeriggio era uno di quelli da voglia impellente di dolce..
Un dolce nuovo però e che fosse anche creativo..
Quel tanto che basta ;-)

Ne sono usciti questi

Donuts

Morbidi morbidi
tuuuuutti glassati
che dire:
sono buoni anche oggi!!
Se vi va la ricetta ..
AnnaP

lunedì 3 settembre 2012

tornare e ripartire ( con una nuova ricetta )


Non è un gioco di parole

Si torna, dopo relax e ossigeno
e si è pronti per riprendere con entusiasmo
quello che non si era mai veramente lasciato...

In fondo le vacanze servono a questo.

Non so se anche per voi è così;
mi  capita di desiderare intensamente la spina staccata,
il telefono silenzioso, il dolce "far-niente" ma poi ad ogni passo collego casa:
se vedo delle fioriere le immagino a casa

non è rabarbaro?
 perfino le pietre in terra
 mi fanno pensare a come potrebbero esser ottime
in quel passaggio di
casa..
perfette in giardino-ino-ino
Non parliamo poi dei giornali...




Ambiances méditerranée
 
sono senza speranza..a casa vorrei partire..
ma quando torno lo faccio con un sacco pieno zeppo di spunti e idee... 
per ripartire senza più muovere un passo "dal mio orticello"..o quasi..

Il caldo tropicale aveva temporaneamente fermato
 le mie sperimentazioni culinarie
 a cui si è aggiunto
 negli ultimi giorni 
un piccolissimo intoppo di salute su cui non mi dilungherò...
passato e archiviato ;-)

Oggi però finalmente  è ritornata a far toc-toc la voglia di pasticciare,
e mentre la mente frulla intorno a due o tre strumenti 
che in cucina mi sarebbero 
ormai proprio necessari ..
 con a disposizione preziose  bucce di melanzana


  a pranzo ho preparato questa 
( la prossima volta, 
secondo i desideri dell'uomo di casa, 
saranno gnocchetti sardi !!
lui che non è niiiennte noioso nooo!!)

caserecce alla sorrentina con chips di melanzana


Intanto voi procurate, oltre alle bucce tagliate a strisce sottili,
 pelati, treccia di mozzarella, olio, aglio, origano e basilico...

Bacini al pomodoro
AnnaP.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...